buzzoole code

martedì 4 aprile 2017

L'importanza delle Cure Palliative e il sostegno ad Antea Associazione Onlus

Oggi voglio mettere da parte gli argomenti glamour che si solito tratto in questo blog per parlarvi invece di un argomento che mi sta molto a cuore e che di recente mi ha coinvolto personalmente. Sto parlando dell'assistenza al malato e dell'importanza delle cure palliative. Vi racconto la mia esperienza e di quanto sia prezioso il sostegno di un'associazione come Antea Onlus in momenti così difficili e delicati, in cui una parola di conforto vale tanto quanto una terapia...


Due mesi fa ho perso una persona cara, dopo una lunga malattia che lo ha portato giorno dopo giorno ad un lento e inesorabile declino. Sia lui che noi familiari eravamo perfettamente consapevoli che non ce l'avrebbe fatta e questa certezza, se da un lato ti pone davanti alla dura realtà senza inutili speranze, dall'altro ti getta nello sconforto nel sapere che tutto ciò che farai, che i giorni che verranno, che le cure che ti verranno somministrate, non ti strapperanno all'inevitabile.
Quest'esperienza triste e dolorosa mi ha portato a contatto con tante altre realtà simili a quella che stavo vivendo, trovando un clima di solidarietà e comprensione che disperavo di trovare altrove, non solo da parte degli altri degenti e delle loro famiglie, ma anche dai volontari e dal personale paramedico del reparto Hospice dell'ospedale.
Ed è lì, durante quei lunghi 35 giorni di ricovero, che ho capito l'importanza delle Cure Palliative.

Le cure palliative non comprendono solo l'assistenza medico-infermieristica, ma anche supporto psicologico, riabilitativo, sociale, spirituale e legale al fine di garantire la migliore qualità di vita possibile al paziente ed alla sua famiglia. Un servizio totalmente gratuito che assicura al paziente non solo tutta l'assistenza di cui necessita ma anche la conservazione di un diritto inviolabile quale la sua dignità di essere umano, fino alla fine. Perchè il malato terminale non si senta solo un numero o un rifiuto della società.
Chi come me ha vissuto questi eventi, anche se non in prima persona, potrà capire quanto sia importante una parola di conforto, un sostegno morale in un momento difficile, ma anche la possibilità di avere i consigli giusti da personale competente e qualificato, affinchè il malato non soffra e non senta il peso della prova che sta affrontando.
Tutto questo e molto altro è ciò che offre l'Associazione Antea Onlus, per garantire assistenza gratuita ai pazienti in fase avanzata di malattia.
Antea svolge la sua attività sia a domicilio che presso l’hospice del Centro Antea del Parco di Santa Maria della Pietà (Roma), e attraverso il Centro di telemedicina, con un’assistenza garantita 24 ore su 24 da personale altamente qualificato.
Antea Onlus è un'associazione no profit e si avvale di un'équipe composta da 15 medici, 28 infermieri, 14 operatori socio sanitari, 2 ausiliari, 2 psicologi, 1 assistente sociale, 3 fisioterapisti, 1 assistente spirituale, 2 terapisti occupazionali e 123 volontari affiancati da 20 risorse amministrative e di magazzino. Ma non solo: dal 2000 Antea è impegnata anche nella formazione di professionisti del settore socio-sanitario, nella ricerca in Cure Palliative e nella Bioetica.
Ecco perchè è importante sostenere queste associazioni che offrono sia un valido supporto al personale medico che un prezioso sostegno ai malati terminali e alle loro famiglie.
Oggi basta solo una donazione del 5x1000 ad Antea Onlus (codice fiscale di ANTEA: 97055570580) affinchè questa realtà continui ad operare efficacemente e gratuitamente come in questi ultimi anni.
Perchè la vita vale, fino all'ultimo respiro.


Buzzoole

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Come spesso purtroppo accade, anche io ho avuto un malato terminale nella mia famiglia, mia nonna fino all'ultimo è stata in casa accudita da noi ma ad un certo punto l'aiuto e supporto dei volontari è stato necessario sia per lei che per noi. Ora non ricordo se fosse propri Antea, ma credo di si se la memoria non mi inganna, sono stati fantistici nel loro lavoro una professionalità e un umanità che davvero è servita per farci vivere il tutto in modo meno traumatico.

    RispondiElimina
  3. per fortuna ci sono queste associazioni che permettono di ai malati terminali di poter stare a casa e vivere in modo dignitoso l'ultima parte della loro vita

    RispondiElimina
  4. per fortuna esistono associazioni come questa che sostengono ed aiutano i pazienti e le loro famiglie in queste situazioni dure che la vita propone

    RispondiElimina
  5. avere un assistenza sia per il malato che per chi gli sta vicino , ed io ne so qualcosa, è veramente un valido aiuto, io un paio di anni fa non sapevo dell'esistenza di questa associazione ma credimi mi sarebbe stata molto utile.

    RispondiElimina